CENTRO DI ODONTOIATRIA ESTETICA

Direttore Sanitario Dott. Roberto Sacco Medico Chirurgo Specialista in Odontostomatologia

Struttura Accreditata dalla Regione Umbria Sistema di Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2008

 

Igiene e profilassi dello studio

trattamenti

Nel Centro di Odontoiatria Estetica viene posta la massima attenzione nell’evitare contaminazioni da parte di batteri e virus per la salvaguardia della salute dei pazienti e degli operatori. Tutto il materiale che viene utilizzato è monouso (guanti, mascherine, aghi, puntali, aspirasaliva, ecc.) oppure viene sterilizzato in autoclave. La pulizia e disinfezione delle sale operative, poltrone, schermi, interruttori e piani di appoggio vengono eseguite sempre in modo scrupoloso e utilizzando prodotti di massima qualità, prima dell’ingresso e dopo l’uscita di ciascun paziente.

Coperture monouso in plastica vengono applicate sui cordoni, sui tubi di aspirazione, su tutte le apparecchiature e sulle tutte le parti della poltrona odontoiatrica che possono venire in contatto con le mani degli operatori o con la bocca del paziente e sostituite al termine di ciascuna seduta. Ciò serve ad evitare che si annidino microbi e virus nelle parti più delicate della poltrona e quindi che tra un paziente e l’altro si trasmettano infezioni crociate.

Tutti i manipoli, le turbine e i ferri vengono puliti, disinfettati e sterilizzati seguendo le linee guida internazionali con rigidi protocolli. Il nostro Centro è dotato di vasche ad ultrasuoni per la decontaminazione da tutti i residui organici, visibili o non visibili ad occhio nudo, che utilizzano disinfettanti enzimatici, di potenti autoclavi a vapore di classe B, le più sofisticate attualmente in commercio, impiegate anche in alcuni ospedali. Al termine della procedura lo strumentario è assolutamente sterile ed imbustato in confezioni sigillate, che saranno aperte di fronte ai vostri occhi.

Menzione particolare merita il trattamento dell’acqua che arriva nelle sale operative del Centro di Odontoiatria Estetica, che viene inizialmente addolcita e pre-filtrata garantendo l’assenza di macromolecole. Per una sicurezza totale l’acqua utilizzata per l’irrigazione durante gli interventi chirurgici è contenuta in sacche sterili refrigerate.

Anche l’aria che viene immessa nelle sale operative subisce particolari trattamenti: ogni stanza è dotata di un impianto che consente di cambiare tutta l’aria almeno otto volte all’ora, effettuando quello che viene definito “lavaggio dell’aria”.

 

Igiene orale

Prevenire è l’ unico modo per avere una bocca sana,anche se bisogna dedicare qualche minuto della giornata a questa pratica. E’ importante spazzolare i denti due o tre volte al giorno dopo i pasti principali per almeno tre minuti. Lo spazzolino che noi consigliamo è quello elettrico con setole sintetiche di durezza media o morbida, se siamo di fronte a problemi parodontali. Quando le setole iniziano a curvarsi , è il momento di sostituirlo, perché oltre a non effettuare una corretta igiene orale ,puo’ danneggiare le gengive, in genere si consiglia di cambiare spazzolino ogni due tre mesi.

Lo spazzolamento deve essere effettuato con delicatezza , movimenti energici o spazzolini con setole dure possono provocare irritazioni gengivali o addirittura abrasioni dentali,questa metodica insieme all’utilizzo del filo interdentale o in alcuni casi dello scovolino, debbono essere illustrati dall’igenista. Il dentifricio va utilizzato dopo aver spazzolato i denti per circa un minuto solo con l’acqua, deve avere un potere abrasivo basso e se è a base di fluoro rende il dente piu’ duro e meno cariorecettivo. L’impiego del dentifricio e del collutorio è essenziale per una buona salute orale. L’ utilizzo di un rilevatore di placca una volta al mese puo’ essere utile per vedere se stiamo pulendo in maniera corretta.

La gengivite interessa la gengiva marginale ed è caratterizzata da un arrossamento del margine gengivale ,edema, sanguinamento al sondaggio e ,talvolta , da aumenti di volume gengivale,puo’ essere localizzata o generalizzata alle due arcate dentarie.Se le gengive sanguinano non dobbiamo interrompere lo spazzolamento, ma è il momento di insistere, affinché non ci sia l’evoluzione della gengivite in malattia parodontale ( piorrea-gengivite espulsiva) causata da specie microbiche , fattori genetici , ambientali e da stile di vita. Una visita con la nostra igienista può aiutarvi a capire la natura dei Vostri problemi.

La malattia parodontale è caratterizzata dalla distruzione dei tessuti profondi di sostegno del dente ed essendo spesso indolore , puo’ succedere che ci si accorga del problema solo quando gengive e tessuto osseo di sostegno siano irrimediabilmente compromessi,è infatti una delle cause piu’ frequenti di perdita dei denti negli adulti. In Italia , circa il 60% della popolazione è affetta da malattia parodontale (lieve o grave)e se da un lato il momento fondamentale della terapia delle parodontiti è rappresentata nella rimozione dei microrganismi responsabili della malattia, dall’ altro non dobbiamo dimenticare l’importanza delle variabili ambientali ( fumo di sigaretta, scarsa igiene orale) o variabili sistemiche( diabete) nella strategia terapeutica globale.

 

trattamenti

 
HOME CHI SIAMO TRATTAMENTI PREZZI DOVE SIAMO CONTATTI
Bastia umbra (PG) Tel. 075.8002293 - P.IVA 03080940541 | credits - Privacy